Studio dentistico
Dott. Antonio Palladino
Servizi

Martedì, 21 Luglio 2015 17:36

Faccette in ceramica

FACCETTE IN CERAMICA

Le faccette dentali rappresentano uno dei risultati migliori dell’odontoiatria estetica moderna. Sono anche conosciute con il termine "faccette estetiche" e consistono in sottili (il loro spessore medio si aggira intorno ai 0,5-0,7 mm) lamine in ceramica che vengono applicate sulla superficie esterna dei denti anteriori, un po’ come le unghie finte vengono applicate sulle unghie naturali. Paragonandole ad una normale corona, la procedura è molto più conservativa per i denti, poiché viene sacrificata una quantità molto minore di sostanza dentale. Inoltre, le faccette sono durevoli nel tempo e resistenti alle forze masticatorie.

Il loro punto forte è però l'eccezionale estetica, molto superiore a quella di una corona realizzata su una cappetta di metallo. Al contrario di una corona metallo-ceramica, il bordo tra la sottile faccetta di ceramica ed il dente naturale è praticamente invisibile, e non deve quindi essere posto sotto la gengiva. Con le faccette non esiste il noto problema di irritazioni gengivali causato dalle corone, con conseguente retrazione delle gengive e visibilità dei margini delle corone. Per i denti molto scuri, prima dell'applicazione delle faccette si consiglia un trattamento preliminare di sbiancamento, per evitare trasparenze di colore indesiderate. Le faccette si utilizzano su un dente fondamentalmente sano, ma con problemi estetici, tra i quali:

• Discromie: macchie permanenti che non si possono migliorare con le tecniche di sbiancamento

•Diastemi (spazio fra i denti) si applicano ai denti faccette di dimensione leggermente maggiore di quella della superficie di applicazione, in modo da riempire gli spazi vuoti.
• Denti con anomalie di forma.
• Denti che presentano difetti dello smalto
• Denti con forme scorrette o usurate

Vantaggi e svantaggi delle faccette

•Le faccette in ceramica richiedono una preparazione del dente estremamente conservativa e consentono il raggiungimento di un risultato estetico ottimale.

• Presentano una forte resistenza all’abrasione e un’elevata stabilità cromatica.

• La durata del restauro e la perfetta adesione al dente si devono all’eccellente legame del cemento resinoso con la ceramica e lo smalto mordenzati. Questo legame, infatti, e’ il piu’ forte tra quelli ottenibili in odontoiatria, grazie agli adesivi smalto-dentinali, le “colle” che rendono possibile legare i materiali da restauro estetico con i tessuti dentari.

• Una volta cementate al dente, inoltre,diventano tutt’uno con esso e rinforzano la struttura dentaria residua.
 

• Pazienti con parafunzione (sfregamento e serramento dei denti) NON sono candidati ideali per un simile trattamento; in questi casi, e’ consigliabile risolvere il problema parafunzionale prima ancora di procedere a un progetto di restauro.
 
• Viceversa, le faccette in ceramica rappresentano un eccellente trattamento in tutti i casi in cui si voglia migliorare forma e colore dei denti, aumentando il piacere del paziente di sorridere liberamente.

Pubblicato in Servizi
Giovedì, 02 Luglio 2015 19:45

Chirurgia orale

CHIRURGIA ORALE

La chirurgia orale comprende tutta una serie d’interventi chirurgici che hanno il compito di rimediare situazioni anatomiche sfavorevoli ed irreversibili.
La maggior parte degli interventi vengono eseguiti in anestesia locale e solo raramente in sedazione.

Gli interventi di chirurgia orale interessano:

• Estrazione di un dente irreversibilmente compromesso
• Disinclusione di denti ritenuti per poi essere riposizionati ortodonticamente nella loro posizione naturale,
• Estrazione di denti inclusi,
• Rimozione di formazioni cistiche interessanti sia le strutture ossee sia i tessuti molli,
• Endodonzia retrograda, apicectomia
• Rimozione di esostosi con rimodellamento osseo della mandibola e del mascellare superiore
• Rimozione di piccole formazioni tumorali del cavo orale.

Pubblicato in Servizi
Giovedì, 02 Luglio 2015 19:28

Ortodonzia invisibile

ORTODONZIA INVISIBILE

Prevede l’utilizzo di mascherine in resina trasparente che sostituite periodicamente consentono un preciso spostamento dentale. In tal modo sostituiscono gli attachi di metallo o di ceramica, offrendo il vantaggio di essere altamente estetici. Vanno portate 24 ore su 24. Vanno rimosse solo durante i pasti e durante le manovre di igiene orale.

Pubblicato in Ortodonzia
Giovedì, 02 Luglio 2015 19:27

Apparecchi fissi

APPARECCHI FISSI

Sono costituiti generalmente da attacchi in metallo o ceramica, fissati direttamente sugli elementi dentali per mezzo di resina adesiva e collegati fra loro da archi in sottile filo metallico. Questi ultimi sostituiti progressivamente durante la cura dall’ortodontista, esercitano le trazioni necessarie allo spostamento dei denti. Gli apparecchi fissi, vestibolari esterni o linguali interni, possono essere applicati, modellati e rimossi unicamente dall'ortodontista.

Pubblicato in Ortodonzia
Giovedì, 02 Luglio 2015 19:15

Apparecchi mobili o rimovibili

APPARECCHI MOBILI O REMOVIBILI

Si tratta di apparecchi che il paziente può mettere e togliere in autonomia secondo precise indicazioni terapeutiche.
Sono realizzati in resina acrilica o metallici. Vengono solitamente utilizzate nelle prime fasi del trattamento e vanno ad agire soprattuto sulla componente ossea.

Pubblicato in Ortodonzia
Giovedì, 02 Luglio 2015 17:49

L'ortodonzia

L' ORTODONZIA

L'ortodonzia é il settore dell'odontoiatria che si occupa della diagnosi, della prevenzione e della cura delle malocclusioni dentali e scheletriche, presenti qualora vi sia una cattiva relazione di combaciamento fra l'arcata dentaria superiore (mascellare) e quella inferiore (mandibolare).
Le malocclusioni sono prodotte da anomalie della posizione e dello sviluppo dei denti (disallineamento dentale) e da alterazioni costituzionali delle ossa mascellari e mandibolari.
Obiettivo dell'ortodonzia è trattare e correggere tali anomalie che possono avere ripercussioni importanti a livello funzionale, estetico e parodontale. Possono inoltre indurre disturbi a carico della muscolatura masticatoria e delle articolazioni temporo-mandibolari. I denti che hanno poco spazio tendono a disporsi in maniera anomala. Questo provoca maggiori ristagni di placca e favorisce lo sviluppo di carie.
Le malocclusioni dentali inoltre (anche in situazioni di compromissione non grave) provocano significative alterazioni dell'equilibrio fra struttura dentale, strutture ossee, muscolari e tendinee e sistema neuromuscolare e osteoarticolare. Le patologie occlusali potrebbero agire negativamente a livello della colonna vertebrale e a livello cranico, provocando cefalee, squilibri posturali, algie cervicali e vertebrali, disturbi della vista e dell'udito.
L'ortodonzia moderna non si limita dunque al corretto allineamento dei denti ma promuove il raggiungimento di un equilibrio ottimale fra efficienza della masticazione, salute dentale, estetica del sorriso e benessere complessivo del paziente.
Non è mai troppo tardi per affrontare una malocclusione ed i problemi che ne conseguono. Molti adulti pensano che l’ortodonzia sia solo un “affare” per bambini o al più per adulti troppo condizionati da fattori estetici. Non c’è nulla di più errato. Una corretta valutazione della situazione ortodontica dovrebbe essere fatta su tutti gli adulti.

Foto iniziali - caso clinico - Dott.ssa Clara Cicchelli

  • Foto iniziali - caso clinico - Dott.ssa Clara Cicchelli
  • Foto iniziali - caso clinico - Dott.ssa Clara Cicchelli
  • Foto iniziali - caso clinico - Dott.ssa Clara Cicchelli
  • Foto iniziali - caso clinico - Dott.ssa Clara Cicchelli

Foto - Apparecchio mobile - Dott.ssa Clara Cicchelli

  • Foto - Apparecchio mobile - Dott.ssa Clara Cicchelli
  • Foto - Apparecchio mobile - Dott.ssa Clara Cicchelli
  • Foto - Apparecchio mobile - Dott.ssa Clara Cicchelli
  • Foto - Apparecchio mobile - Dott.ssa Clara Cicchelli

Foto - Apparecchio fisso - Dott.ssa Clara Cicchelli

  • Foto - Apparecchio fisso - Dott.ssa Clara Cicchelli
  • Foto - Apparecchio fisso - Dott.ssa Clara Cicchelli
  • Foto - Apparecchio fisso - Dott.ssa Clara Cicchelli

Foto finali - caso clinico - Dott.ssa Clara Cicchelli

  • Foto finali - caso clinico - Dott.ssa Clara Cicchelli
  • Foto finali - caso clinico - Dott.ssa Clara Cicchelli
  • Foto finali - caso clinico - Dott.ssa Clara Cicchelli
  • Foto finali - caso clinico - Dott.ssa Clara Cicchelli

APPARECCHI ORTODONTICI

Un corretto piano di trattamento è sempre preceduto da una diagnosi individuale (realizzata mediante valutazione clinica, fotografica e l'ausilio radiografico), in base alla quale viene selezionata la tipologia di apparecchiatura ortodontica adatta al paziente.
La terapia ortodontica si avvale di diversi dispositivi che, generando forze di trazione/pressione, determinano uno spostamento dentale o una modifica dell’accrescimento osseo.

Pubblicato in Blog

Richiesta visita