PARODONTITE o PIORREA: Come prevenirla

piorrea o parodontite cause rimedi e cure allo stadio iniziale

 

Diversamente da come si pensa, il compito dell’odontoiatra non è solo quello di curare i nostri denti, di estrarli, di ricostruirli ma è anche quello di aiutarci a prevenire i problemi dentali. Proprio così! Se noi ci rechiamo nello studio del nostro dentista di fiducia per un controllo o per un trattamento, ci troveremo non solo a ricevere le cure di cui abbiamo bisogno ma anche una serie di utili consigli su come fare prevenzione, su come prevenire alcune malattie o problematiche, su come evitarle preservando così tutto il nostro apparato dentale.

Infatti alcune malattie sono facilmente evitabili o contenibili se si effettua un controllo periodico dal proprio dentista. È proprio il caso della “parodontite”, quella malattia che nel linguaggio comune viene denominata “piorrea”. Si tratta di un’infiammazione dei tessuti parodontali che, se trascurata, conduce proprio alla perdita di attacco parodontale (riassorbimento osseo) provocando così la perdita dei denti.
La parodontite è causata principalmente dalla presenza di batteri patogeni. A questa causa si associa anche una predisposizione genetica (fattori ereditari probabilmente legati alla capacità di difesa individuale e al tipo di risposta infiammatoria) e una cattiva igiene orale: infatti, tabagismo, tartaro e placca accelerano e sollecitano il processo di infiammazione del parodonto (Gengiva – Osso – Legamento Parodontale – Cemento Radicolare).

Ma quali sono i sintomi? Cosa fare se intuiamo di soffrire di parodontite?
Quando ci accorgiamo che le nostre gengive sanguinano di frequente e sono ipersensibili al caldo e al freddo, che la nostra bocca emana alito cattivo, che i nostri denti hanno una mobilità anomala, allora dobbiamo urgentemente recarci dall’odontoiatra, il quale, dopo aver eseguito una radiografia per rilevare l’anatomia ossea, cercherà subito di limitare e di riparare i danni, e ci darà le direttive giuste per evitare una progressione della malattia. La parodontite è, infatti, una malattia completamente reversibile quando trattata per tempo. Grazie ai consigli del dentista è possibile arrestare la malattia, evitarne la progressione e guarire definitivamente. A seconda del grado di infiammazione, infatti, il dentista contrasterà la malattia rimuovendo il tartaro e la placca dai denti e sotto le gengive, in prossimità delle tasche parodontali. Nei casi più gravi si ricorrerà a chirurgia dei lembi, a innesti di tessuto molle, a innesto osseo.

Ma è possibile prevenire la parodontite? Si, è possibile.

Ed è sufficiente seguire le raccomandazioni del tuo dentista riguardo la pulizia dei denti, raccomandazioni che sono ben note a tutti e che sono facili da praticare: pulire i denti con dentifricio e spazzolino dopo ogni pasto, almeno tre volte al giorno; non dimenticare di utilizzare il filo interdentale almeno una volta al giorno per rendere ancora più accurata la pulizia dei denti; recarsi in uno studio odontoiatrico per sottoporsi all'igiene dentale professionale una volta ogni 6-12 mesi. La prevenzione ti garantisce sempre una vita migliore e più stabile.
Chiedi sempre consiglio al tuo dentista!

Richiesta visita